linux smartphones

A ruota libera!

Moderatore: die_z

linux smartphones

Messaggiodi +se il lun feb 15, 2010 1:40 pm

in attesa dell'N900,


MWC 2010 - Intel e Nokia uniti in Linux
Scritto da: Paolo Ottolina alle 13:00

Mobile World Congress di Barcellona, eccoci al primo aggiornamento. Non si parla di telefoni, ma di un accordo che avrà un certo impatto sul settore negli anni a venire, visto che i nomi coinvolti sono belli grossi.

Da una parte i modelli proprietari (Apple e Microsoft), dall'altra quelli “open”. E a questa seconda squadra ad Android (Google), ora si aggiunge una coppia di colossi come Intel e Nokia, che fanno fronte comune creando una nuova piattaforma, completamente “open” e basata su Linux, ribattezzata MeeGo. In MeeGo si fondono le esperienze Linux di Nokia (Maemo) e di Intel (Moblin), promettendo un nuovo sistema operativo che mira ad accaparrarsi una fetta del mercato dei device mobili. Una categoria ampia che va dagli smartphone, ai netbook, ai tablet, agli ebook reader, alla tv digitale, persino al mercato nascente delle automobili “connesse”. Insomma tutto quello che ha un display da 3 a 12 pollici e che si collega alla rete. Prodotti a volte difficili da inserire in una precisa categoria (i nomi si sprecano: smartphone, Mid, pda, tablet, smarbook, netbook, netpc e altri ancora) ma che sono il segno di un mercato sempre più convergente (il telefonino si fonde con il computer e viceversa) e sempre più orientato ai “nomadi digitali”.

Maemo e Moblin erano due progetti Linux promettenti, che hanno riscosso un certo entusiasmo nella comunità “open” ma destinati a rimanere di nicchia. Con MeeGo, spinto da ben due colossi, c'è la possibilità di andare oltre a quelle barriere anche grazie all'ecosistema aperto e “gratis” che propone. Gli interessi di Nokia e Intel sono diversi, ma convergenti. Per la prima MeeGo serve a spingere sul pedale delle applicazioni e servizi, visto che tutti gli applicativi saranno sviluppati con le librerie Qt (le stesse di Symbian) e passeranno (anche) attraverso il negozio online Ovi Store. E magari servirà come “exit strategy” se le prossime release di Symbian non dovessero colmare il gap di usabilità e velocità sulla concorrenza nel mondo touchscreen. Per Intel, MeeGo è un grimaldello per i suoi processori Atom, che nel mondo dei device (super)portatili soffre concorrenti aggressivi quali ARM e Qualcomm.

MeeGo (che si legge come amigo senza la "a") si vedrà nel secondo trimestre 2010 ed entro fino anno arriveranno i primi prodotti. Quale sarà l'impatto? Difficile dirlo. Da una parte (mondo pc) il mercato è saldamente presidiato da Microsoft, che ha tra i netbook ha ricacciato in un cantuccio la prima ondata di superportatili Linux. Dall'altra (smartphone e probabilmente tablet con l'incombente iPad) c'è l'iPhone Os, il cui store è arrivato a 150 mila applicazioni. Sistemi chiusi, anzi chiusissimi nel caso di Apple, ma agli utenti sembra importare ben poco se quel che ottengono in cambio è la stabilità del software e la disponibilità di migliaia di programmi fra cui scegliere. D'altro canto però Android sembra riscuotere un interesse crescente da parte dei produttori di hardware (sono in arrivo diversi tablet e persino netbook) e MeeGo potrebbe andare a rubare spazio prima al s.o. di Google, piuttosto che ai rivali “chiusi” made in Usa.

In ogni caso è un'ottima notizia per gli amanti del software libero. E la concorrenza è sempre un bene. Ne rimarrà solo uno? Vedremo fra qualche anno.

fonte:corriere.it


si avvicina una nuova era? ;)
+se
Site Admin
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mer giu 04, 2008 5:32 am

Torna a Free Forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron