Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Meeting, progetti, iniziative

Moderatore: die_z

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi die_z il mar ott 27, 2009 2:14 pm

ac_dc ha scritto:Intervengo anche se non ho avuto molte occasioni di discutere con i corsisti. Riporto le mie impressioni unitamente ad alcuni suggerimenti di Luca, che mi trovano pienamente d'accordo.

Grazie, senza il confronto con chi segue il corso è difficile orientarmi. Da solo posso scegliere cosa è bene che tutti sappiano ma non posso capire quanto sono riuscito a trasmettere.

[...] alcuni corsisti (specialmente quelli che non hanno visto MS-DOS prima di Windows, o semplicemente coloro che usano il pc solo per scrivere e navigare in rete) si trovano un po' spiazzati al primo approccio con la linea di comando e con i concetti relativi al funzionamento interno del sistema.

Il funzionamento del sistema (a basso livello) non è qualcosa che l'utente ha bisogno di conoscere per poter utilizzare il computer e non lo insegnerei, se non su richiesta, in un corso per utenti finali. Il nostro contesto è però diverso, stiamo cercando di gettare le basi per essere in grado di valutare realisticamente l'adozione di un nuovo sistema operativo in ambito scolastico. Questo mi porta a sentirmi in dovere di dare quanto meno la nozione dell'esistenza di molti concetti in più, con lo scopo di mettere i corsisti in grado di comunicare con personale tecnico (ad es. Luca) da una parte e utenti finali (gli studenti) dall'altra. Per fare un esempio banale, un docente deve essere in grado come minimo di riconoscere un terminale aperto sul monitor di uno studente.
La shell è un componente essenziale del sistema e per questo mi sono preso la briga di farla almeno "toccare" a tutti. Avrei potuto scegliere un momento diverso, probabilmente più avanti nel corso; ho pensato invece che, per una questione di ordine logico (storicamente è antecedente alle interfacce grafiche) e per il fatto che poi non la useremo praticamente più, aveva senso conoscerla presto e poi passare oltre.
Probabilmente sono stato poco chiaro, anche se l'ho più volte ripetuto, a tutti e anche a singoli corsisti: l'incontro che abbiamo avuto con la shell era puramente conoscitivo e non chiedo a nessuno di padroneggiare tale strumento con maestria, solo di sapere che esiste e come appare, grossolanamente.

A prescindere dall'impostazione generale del corso, che secondo me è valida e va conservata, è importante non "perdere" queste persone. A costo di essere banali, bisogna mostrare subito che con Linux anche l'utente poco esperto potrà fare tutto ciò che riesce a fare oggi con altri sistemi operativi, senza un impiego eccessivo di tempo e di energie per l'apprendimento.

Mi sembra tuttavia che il prossimo incontro (nel quale si parlerà di installazione e avvio) preveda già un'azione del genere.

Credo sia palese che da parte mia non c'era assolutamente l'intento di spaventare, certo che se cliccare un'icona e ricopiare alcuni comandi proiettati sul muro fa "paura", abbiamo uno scoglio non indifferente da superare.. ne terrò conto.
Potrebbe invece (e spero così sia), essersi trattato solo di incomprensione; potrebbe essersi accidentalmente instillata la convinzione (a mio avviso infondata) che nel corso useremo per lo più la shell o che l'utilizzo medio di "linux" richiede la padronanza della shell. A tal proposito ribadisco: ho più volte chiarito che così non è, che l'uso della shell come strumento quotidiano è una scelta personale e che, nel caso, sarà necessario dedicare del tempo a questo argomento, perché non è previsto in questo corso.
Sia che si tratti di "paura", sia che ci sia stata incomprensione, rimango comunque un po' spiazzato dall'assenza di interazione da parte dei corsisti. Da un corpo insegnanti mi sarei immaginato un dialogo decisamente più aperto e frequente, una profondità di indagine dei concetti più evidente. L'intento, dopotutto, è quello di lavorare tra persone con esperienza, ognuno nel proprio settore, per coordinare un'operazione più ampia che andrà a coprire praticamente tutto l'istituto.

Per quanto riguarda la shell, sarebbe utile fornire una lista dei comandi più comuni con brevi istruzioni per l'uso (man e simili, oltre che di difficile lettura, possono risultare insufficienti per il neofita - che deve sapere quale comando utilizzare per fare una data cosa, prima di apprenderne la sintassi dettagliata e le varie opzioni).

Nel caso i corsisti ritengano l'uso della shell un'abilità importante da acquisire, possiamo cercare di dare un certo spazio alla cosa, con la presentazione di un "metodo" per orientarsi al suo interno e una collezione di comandi utili con relativa spiegazione. Ritengo però che per il presente corso quanto abbiamo già visto sia sufficiente, una veloce occhiata a come appare una shell nell'installazione standard di Debian stable, che è molto simile a quello che si incontra nell'installazione standard di altre distribuzioni con GNOME come interfaccia grafica predefinita.
Possiamo parlarne e decidere di prendere qualsiasi strada, ricordando però che lo sforzo è non indifferente quando si parla di cambiare interfaccia utente, soprattutto per il passaggio da una meno libera (quella grafica, con i suoi percorsi predefiniti) a una più libera (quella testuale, che lascia all'utente la costruzione del percorso da seguire).
"A sensible man knows you can not please everybody. A wise man knows you can not please anybody." -- anonymous

GPGkey 0x63C38868 -- Linux counter user n° 356433 -- IPv6 certificate -- http://www.no1984.org/
die_z
 
Messaggi: 234
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:50 am
Località: #0421ug @ irc.freenode.net

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi vittorino il gio ott 29, 2009 2:34 pm

Premesso che, come frequentante del corso, sono soddisfatto dal metodo espositivo di die_z che riesce a tener desta l'attenzione dei corsisti senza essere pedante. Ritengo, tuttavia, che accanto all'esposizione teorica dei concetti si dovrebbe far ricorso alla sperimentazione pratica. Mi spiego meglio; se ieri abbiamo parlato del
login sarebbe stato opportuno proporre un esercizio in cui fosse possibile notare la differenza tra l'utilizzo come utente e quello di amministratore e così per altre situazioni. A cosa serve, altrimenti, avere davanti una macchina se non per provare dal vivo quanto appena appreso? In ogni caso reputo un grosso risultato l'aver potuto iniziare questo corso grazie ai buoni auspici di ac_dc presso la sua dirigente. Magari fosse possibile ripetere l'esperienza anche presso altri istituti superiori di Portogruaro.
vittorino
 
Messaggi: 50
Iscritto il: gio giu 19, 2008 6:30 pm

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi die_z il gio ott 29, 2009 6:06 pm

vittorino ha scritto:Ritengo, tuttavia, che accanto all'esposizione teorica dei concetti si dovrebbe far ricorso alla sperimentazione pratica.

eh eh :D ..è esattamente quello che avrei proposto appena terminato l'argomento che stavamo trattando, e cioè il login! Purtroppo la notizia che dovevamo terminare l'incontro è capitata un po' inattesa (almeno da me) e sono stato costretto a rimandare a mercoledì prossimo.

Mi spiego meglio; se ieri abbiamo parlato del login sarebbe stato opportuno proporre un esercizio in cui fosse possibile notare la differenza tra l'utilizzo come utente e quello di amministratore e così per altre situazioni.

Mi trovi d'accordo per il discorso generale. Per quel che riguarda root, invece, non lo metterei mai nelle mani di un corsista prima di avergli fatto acquisire una certa dimestichezza con l'utente non privilegiato.

[...] Magari fosse possibile ripetere l'esperienza anche presso altri istituti superiori di Portogruaro.

Si tratta certamente di un ottimo inizio e spero, col tempo, di vedere altre occasioni simili nascere sempre più spesso. La scuola è il punto ideale per iniziare ma non basta da sola. Anche i negozianti, che sono gli intermediari tra il "mondo della tecnologia" e gli "utenti", devono essere aggiornati e informati perché ci possa veramente essere progresso. Formare studenti consapevoli è comunque il primo passo per concretizzare una spinta all'innovazione, per far sentire che esiste sul territorio la necessità di progredire.


bye_z!
"A sensible man knows you can not please everybody. A wise man knows you can not please anybody." -- anonymous

GPGkey 0x63C38868 -- Linux counter user n° 356433 -- IPv6 certificate -- http://www.no1984.org/
die_z
 
Messaggi: 234
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:50 am
Località: #0421ug @ irc.freenode.net

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi die_z il mar nov 10, 2009 2:25 pm

Dopo lunghe e penose fatiche (essermi ammalato e contemporaneamente avere il mio pc principale che non funziona più) sono finalmente a rendere disponibile la serie di diapositive utilizzata per il terzo incontro.

In questa puntata abbiamo visto in cosa consiste l'installazione di una distribuzione Debian attraverso alcuni screenshots ricavati da una macchina virtuale, analizzando il caso più semplice, cioè quello di un pc con il disco completamente vuoto. Abbiamo poi visto cosa accade mentre un pc con Debian installata si avvia, fino a parlare del login e di come si svolge una sessione tipica di utilizzo del pc.
Qui purtroppo ci siamo dovuti interrompere, dato che il tempo è stato più tiranno del solito, ma abbiamo avuto modo di riprendere e completare questa puntata nella successiva occasione. All'inizio del quarto incontro abbiamo infatti avuto modo di vedere com'è l'utilizzo comune di una Debian con sistema desktop standard (GNOME) e da qui come accedere alle prime informazioni disponibili, per poi passare a ricerche sempre più complesse che spaziano dai menu di aiuto a Internet.

Ora basta parlare, l'ho già fatto abbastanza durante gli incontri, ed ecco a voi le slides.
Allegati
incontro n°3.pdf
Diapositive terzo incontro corso GNU/Linux ITIS Portogruaro
(853.02 KiB) Scaricato 962 volte
"A sensible man knows you can not please everybody. A wise man knows you can not please anybody." -- anonymous

GPGkey 0x63C38868 -- Linux counter user n° 356433 -- IPv6 certificate -- http://www.no1984.org/
die_z
 
Messaggi: 234
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:50 am
Località: #0421ug @ irc.freenode.net

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi die_z il mar nov 10, 2009 2:29 pm

...e già che ci sono carico anche la quarta serie, la più recente per ora.

In questo incontro abbiamo visto come si esegue il software, sia dal punto di vista dell'utente sia da quello del sistema e abbiamo anche parlato di come gestire i processi generali dall'esecuzione dei programmi. Dunque siamo passati a vedere come si gestisce il software installato nel sistema e per chiudere in bellezza abbiamo introdotto un argomento impegnativo ma essenziale: il collegamente del pc con l'esterno, ovvero la rete.

Le slide non parlano da sole ma parlo io per loro e, come per tutte le precedenti anche se è la prima volta che lo dico, per qualsiasi dubbio, chiarimento o qualsivoglia forma di comunicazione sono a completa disposizione (tempo permettendo).
Allegati
incontro n°4.pdf
Diapositive quarto incontro corso GNU/Linux ITIS Portogruaro
(429.69 KiB) Scaricato 940 volte
"A sensible man knows you can not please everybody. A wise man knows you can not please anybody." -- anonymous

GPGkey 0x63C38868 -- Linux counter user n° 356433 -- IPv6 certificate -- http://www.no1984.org/
die_z
 
Messaggi: 234
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:50 am
Località: #0421ug @ irc.freenode.net

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi die_z il mer nov 11, 2009 9:07 pm

Con oggi si chiude la serie di incontri programmata e così carico anche le ultime diapositive.

Tenere questo corso è stata una bella esperienza, spero di aver dato a tutti i presenti le conoscenze necessarie per continuare il loro personale viaggio nel mondo del software libero e auguro a tutti loro piacevoli ore di utilizzo della loro distribuzione preferita :)


bye_z!
Allegati
incontro n°5.pdf
Diapositive quinto incontro corso GNU/Linux ITIS Portogruaro
(365.97 KiB) Scaricato 925 volte
"A sensible man knows you can not please everybody. A wise man knows you can not please anybody." -- anonymous

GPGkey 0x63C38868 -- Linux counter user n° 356433 -- IPv6 certificate -- http://www.no1984.org/
die_z
 
Messaggi: 234
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:50 am
Località: #0421ug @ irc.freenode.net

Re: Corsi di Linux all'ITIS di Portogruaro

Messaggiodi lordronk il mer nov 11, 2009 11:05 pm

die_z ha scritto:Con oggi si chiude la serie di incontri programmata e così carico anche le ultime diapositive.

Tenere questo corso è stata una bella esperienza, spero di aver dato a tutti i presenti le conoscenze necessarie per continuare il loro personale viaggio nel mondo del software libero e auguro a tutti loro piacevoli ore di utilizzo della loro distribuzione preferita :)


bye_z!


Ti ringrazio per questo corso che mi è stato molto utile ad entrare nel mondo di linux e ad avere la base per usarli, tanto è vero che in questi giorni ho avviato più Ubuntu e Debian di Win...
lordronk
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer nov 11, 2009 6:32 pm

Precedente

Torna a Riunioni e Attività

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron